lunedì 28 luglio 2014

Passi in avanti in salita

Domenica al rientro dalla nottata di guardia ho sentito il peso di tutta la stanchezza accumulata nei giorni precedenti cosicchè ho riposato. La giornata è proseguita con un pranzetto in un' osteria sul montello ed una serata tranquilla..
Oggi dopo un breve blitz a lavoro (fortunatamente solo un paio d'ore) mi sono allenato nel pomeriggio assieme a Dino, fratello di mia moglie ed amico da una vita. Ha iniziato la preparazione precampionato così ogni tanto si aggrega per correre assieme qualche tratto dei miei allenamenti o un fondo tranquillo.
Atmosfera prettamente autunnale sul montello con pioggia ed a tratti foschia densa. Il percorso è lo stesso affrontato mercoledì scorso con Andrea, questa volta visti i ritmi molto più blandi cercherò di impararlo per bene in modo da prendere confidenza con i vari sentieri.
Dino tiene duro e merita tutta la mia incitazione mentre viaggiamo circa 1'/km più lenti rispetto ai tempi della scorsa settimana. Ad un tratto scorgiamo un capriolo che alla nostra vista fugge subito!
Dopo 1 ora e poco meno di 11km ben ondulati accompagno dino all'auto e decido di concludere l'allenamento con un sparata su una salita che lo scorso anno utilizzavo come test per verificare i progressi.
Il miglior tempo lo segnai nel magico mese di maggio (mese del pb sui 10mila, dei 7km a 3'28" e del 3000 un pelo sopra i 10').. Insomma ero in formissima e magro come non mai (quasi 4km meno di adesso) ma svolgevo una preparazione nel complesso meno specifica per la salita..

Mi fermo pochi secondo vicino l'auto bevo un sorso e parto sin da subito aggressivo. La strada sale ripida e dritta come una spada con pendenze sempre comprese tra il 10% ed il 15%. E' dura far velocità ma le gambe rispondono bene e non avverto sensazioni di acido troppo disagevoli.
Tengo duro fino alla fine e appena spiana (si fa per dire) un attimo sotto l'8% rilancio sotto i 4'/km e termino in 5'18"..
Sinceramente non ricordavo il miglior tempo segnato lo scorso anno così una volta a casa sono dovuto andato a rivedere gli archivi. Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal risultato: nel 2013 mi ero fermato a 5'41", riuscendo quindi a limare nella prova di oggi ben 23".
Il nuovo limite sull'ascesa (1km 108D+) è quindi di 5'18" (Vam 1225m/h)..
E pensare che chi va fortissimo in montagna tiene questi ritmi per alcuni chilometri! Mi ritengo comunque molto soddisfatto dei miglioramenti che saranno da mettere in gioco nelle prossime durissime gare in montagna. Ci sarà da divertirsi!

4 commenti:

  1. Sei pronto per le gare in montagna, Andrea... buon divertimento!

    RispondiElimina
  2. non male come work in progress Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si dai i miglioramenti sembrano costanti! Il finale di lunedì mi ha lasciato un po le gambe acide. . Gli stimoli massimali vanno dosati bene!

      Elimina